lunedì 22 settembre 2014

L'Italia è pronta

Gli scaffali della biblioteca dove è avvenuto il fattaccio
È vero, forse l'Italia non è pronta per questo, ma sono certa che lo sia per il... Progetto di Lettura di Bea. Come si può evincere dal fantasioso titolo da me ideato, si tratta di un personale progetto di lettura, quanto mai nerd o, poco politically correct parlando, decisamente autistico. Ho deciso però che il mondo doveva sapere, perciò procediamo senza indugio. 

Verso fine ottobre del lontano 2013 mi trovavo tra gli scaffali della biblioteca dove stavo da poco svolgendo il tirocinio, e improvvisamente la mia testa è stata squarciata da un pensiero devastante: "non ho la più vaga idea di cosa proponga il panorama editoriale attuale". Sconvolta da questa rivelazione ma riluttante ad intraprendere la lettura degli ultimi best-seller arrivati in biblioteca, ho iniziato a spulciare su internet, e ho trovato la soluzione al mio dramma esistenziale

Sul sito di Internazionale sono raccolte tutte le recensioni pubblicate da Goffredo Fofi dal 22 maggio 2009 in poi. E allora, forte di quell'aurea di saggezza e serietà che scaturisce dalle sue opinioni, ho pensato di:

  1. leggerle TUTTE
  2. estrapolare quelle che più mi ispiravano
  3. rileggerle tutte per essere sicura
  4. fare un elenco dei titoli scelti
  5. suddividere suddetti titoli in base alla disponibilità delle biblioteche limitrofe, cominciando ovviamente da quella dove stavo lavorando.
L'unico criterio dirimente era la scelta di soli testi di narrativa. E così è venuta fuori una lista di 63 libri. Qualche tempo dopo mi è capitato di leggere questo articolo, in cui un tizio pontifica su come spararsi un libro a settimana; lui, amore, lo fa leggendosi 40 pagine la mattina mentre fa colazione al baretto. A questo punto mi infervoro e decido che non avrei letto altro libro al di fuori di quelli della lista, in modo da soddisfare il mio autismo statistico e vedere cosa sarei riuscita a fare. 

Al momento sono passati 326 giorni, e io ho letto 40 libri. Un libro è stato eliminato perché proprio non ce la potevo fare, ma avremo modo di parlarne. Secondo i miei difficilissimi calcoli ho previsto di terminare il progetto entro fine 2014, ma staremo a vedere. Nel frattempo, ho imbastito un quadernone ad anelli con le schede dei libri letti: recensione di Fofi, data di lettura, opinione personale a caldo. 


A questo punto, la mia creatura è pronta per essere gettata nella rete, quindi vi lascio con la dovuta suspense al prossimo post...


B.        

6 commenti:

  1. Bella beaaa! I tuoi più vecchi ( dai tempi del Caffè) e fedeli lettori non potevano chiedere di meglio! Sei una grande! Baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhaha Elena, che commento bellissimo :'). Grazie, cercherò di tenere alto il nome del Caffè! Bacino ^^

      Elimina
    2. Appena ho letto questo post mi è venuto in mente un racconto di Virginia Woolf contenuto in un libriccino tanto sconosciuto al grande pubblico quanto dirompente per temi affrontati e tecnica stilistica dal momento che la cara zia Virgi abbandona di tanto in tanto lo stream of consciousness che l'ha resa così celebre. Ad ogni modo il titolo dell'opera è "Lunedì o Martedì" (traduzione incredibilmente fedele di "Monday or Tuesday") in cui si racconta tra le altre storie di una ragazza a cui il padre lascerà l'eredità solo quando avrà letto tutti i libri della National Library di Londra. Ora, premesso che sto stuzzicando la tua curiosità di bibliomane con un nuovo testo, in ogni caso puoi reputarti fortunata che a te sia "toccato" leggere "solo" 63 libri! ��

      Elimina
    3. Io alla Virgi le voglio un monte di bene, e questo libercolo no, non lo conoscevo! Quindi adesso mi hai messo una curiosità pazzesca, e una volta finito Il Progetto sarà uno dei primi libri su cui mi butterò! Grazie, prezioso Carlo! Ed in effetti sì, mi è andata bene (anche se non aspiro a nessuna eredità, dannazione!)

      Elimina

Ti potrebbe anche interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...